Profilo Candidato

Laura Agea

41 anni, nata a Narni e residente a Città Di Castello

Presentazione

Sono nata il 17 febbraio 1978 a Narni ma risiedo a Città di Castello, splendido Comune umbro dell’Alta Valle del Tevere.
Nella mia Città ho frequentato il Liceo Classico “Plino il Giovane” dove mi sono diplomata. Iscritta all’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, facoltà di Sociologia, ho conseguito la laurea quadriennale in Sociologia e, sempre nella medesima Università, ho partecipato al Master di primo livello in “Scienze Amministrative”, presso la Facoltà di Scienze Politiche.
Mi sono in seguito iscritta all’Università degli Studi di Perugia, Scienze della Formazione Primaria, ove ho intrapreso il percorso per l’ottenimento della laurea in Scienze e Tecniche dei Processi Psicologici, interrotto per maternità quando mi mancavano solo alcubi esami al conseguimento del titolo.
Inoltre, ho frequentato un corso d’inglese presso il Centro Linguistico d’Ateneo dell’Università per gli Studi di Urbino, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, ed ho un’ottima conoscenza del francese, sia parlato, sia scritto.
Le mie esperienze lavorative – segretaria di direzione presso Cartotecnica Tifernate S.p.A., supporto scolastico a bambini e ragazzi con disabilità, presso Scuola Elementare San Francesco di Sales, operatrice e addetta alla formazione del personale presso Teletarget S.r.l. – mi hanno permesso di avere un’ampia conoscenza del mondo del lavoro dalla parte dei lavoratori.
Nel tempo ho sperimentato e acquisito le metodologie del Problem Solving e del Brainstorming, che hanno sicuramente apportato alla mia preparazione innovazione e alto spirito di adattamento alle più varie situazioni, in ogni ambito della vita.
L’impegno nei miei studi e nelle attività lavorative non mi ha impedito di coltivare, parallelamente, la mia vena onirica: la casa editrice “Pagine” ha pubblicato un mio racconto in una collana dedicata a nuovi autori.
Ma la mia opera assoluta è mia figlia.
E’ anche per lei che ho deciso di candidarmi al Parlamento europeo, nel 2014, intenzionata a fare del mio meglio per difendere i diritti dei Cittadini, affinché i nostri figli possano ambire a una vita dignitosa, con pari opportunità, dove il lavoro sia per tutti un’inalienabile certezza. Sono convinta che il lavoro sia prima di tutto libertà. Libertà di sognare e di tornare ad avere fiducia nel futuro.
Da sempre sono impegnata nel volontariato, concretizzato nella mia attiva partecipazione alla solidarietà nei confronti dei Paesi più poveri, nella tutela e nella protezione dell’ambiente.
L’attivismo politico nel MoVimento 5 Stelle è inscindibile dalla mia persona: il MoVimento è una forza politica post-ideologica che riporta l’Uomo ed il Cittadino al centro della vita pubblica e privata. Il mio lavoro si nutre della forza dei principi e dei valori in cui credo e si alimenta dell’esempio di grande dignità che, ogni giorno, ricevo dalle persone.
Al Parlamento Europeo sono coordinatrice per il gruppo EFDD della Commissione Occupazione e Affari sociali (EMPL) e membro sostituto della Commissione per le Libertà civili (LIBE) e della Commissione Petizioni (PETI). Faccio parte della Delegazione per le relazioni con la Palestina e della delegazione all’assemblea paritetica ACP (Africa, Caraibi, Pacifico) – UE e sono sostituta nella delegazione alle commissioni di cooperazione parlamentare UE-Armenia, UE-Azerbaijan e UE-Georgia, nella delegazione per le relazioni con il Canada e nella delegazione all’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo.
Vivo il mio incarico con un profondo senso di responsabilità verso tutti i Cittadini italiani, cercando di essere un loro fedele portavoce.
A Bruxelles il MoVimento è una piccola minoranza, ma vi assicuro che ha innescato un’inarrestabile inversione di rotta.
In questi 5 anni molto è stato fatto dalla delegazione del Movimento 5 Stelle in Europa, e i progetti per il futuro sono tanti ambiziosi e di profondo cambiamento, dialoghiamo da tempo con forze politiche Europee che ci assomigliano e la nostra volontà è di costituire un gruppo alternativo a quelli esistenti che muova e cambi gli equilibri di una Europa che ha bisogno di un cambiamento profondo e solo il Movimento 5 Stelle lo incarna e rappresent

Curriculum Vitae

Curriculum vitae



INFORMAZIONI PERSONALI?Agea Laura

Cittá Di Castello (Italia)


agea.laura@gmail.com


http://www.europarl.europa.eu/meps/it/124811/LAURA_AGEA/home


ESPERIENZA

PROFESSIONALE


2014–2019?Deputato al Parlamento Europeo

Bruxelles/Strasburgo (Belgio/Francia)

2000–2013?Impiegata

Cartotecnica Tifernate S.p.A. presso Sigest di Bernardini Roberto, Cittá Di Castello

- Attività di riorganizzazione, documentazione, riordino, contabilità, segreteria

ISTRUZIONE E FORMAZIONE


Diploma di scuola media superiore

Liceo classico “Plinio il Giovane”, Cittá Di Castello

Laurea quadriennale in Sociologia

Universitá degli Studi "Carlo Bo", Facoltá di Sociologia, Urbino

Votazione finale 92/110

Master di primo livello in Scienze Amministrative

Universitá degli studi di Urbino "Carlo Bo", Urbino

Laurea in Scienze e Tecniche dei Processi Psicologici

Universitá degli studi di Perugia, Facoltá di Scienze della Formazione Primaria, Perugia

Sospeso temporaneamente il percorso di studio, 7 esami mancanti al conseguimento della laurea.

COMPETENZE PERSONALI



Lingua madre


Lingue straniere

francese

inglese

Competenze comunicative

italiano





Corso di inglese presso il Centro linguistico d’Ateneo dell’Università per gli studi di Urbino, facoltà di lingue e letterature straniere


- L'esperienza da deputato al Parlamento Europeo mi ha permesso di sviluppare in ambiente multiculturale, la mia capacitá relazionale, di leadership e di lavoro di squadra

- Possiedo ottime capacità di adattamento ai diversi tipi di ambienti lavorativi, stabilisco con facilità buoni rapporti interpersonali con i colleghi di lavoro e mi adatto facilmente alle diverse situazioni, sviluppando negli anni grande esperienza di problem solving

- Le mie capacità di analisi, accurate e approfondite, mi hanno da sempre permesso di distinguermi sul posto di lavoro, portando a termine difficili negoziati legislativi al Parlamento Europeo



23/2/19?© Unione europea, 2002-2019 | http://europass.cedefop.europa.eu?Pagina 1 / 2

Curriculum vitae?Agea Laura




Competenze digitali?- Ottima capacità di utilizzo dei sistemi PC/MAC e dei principali applicativi informatici quali Windows, Word, Excel, Publisher, Access, Powerpoint e diversi gestionali aziendali

Curriculum Attivista

Se ci si potesse definire attivisti “ante litteram” è così che mi piacerebbe definirmi, già dai primi anni 2000 seguivo Beppe nei suoi spettacoli in giro per l’Italia e da studente di sociologia usavo spesso il suo blog per informarmi approfondire anticipare! Con le prime l’oste civiche è iniziato il mio attivismo vero e proprio
2010 apertura del MU a città di castello (pg)
Banchetti volantinaggio battaglie su acqua pubblica ambiente (inquinamento discarica)
Progetto: scuole Plastic Free
Progetto ripristino acqua in struttura ospedaliera che aveva interrotto erogazione acqua ai pazienti e di conseguenza presentazione progetto fontanelle in ospedale
Progetto per riciclo rifiuti ospedalieri
Proiezione del film Home nelle sale cinematografiche per sensibilizzare la cittadinanza sui temi ambientali
Proiezione del Fim Home nelle scuole
Organizzazione campagna elettorale politiche 2013
Organizzazione per gli attivisti della partecipazione ai vari eventi del M5S Genova piazza del popolo...

Esperienze Politiche

Nell'aprile del 2014 vengo selezionata, attraverso le Primarie online degli iscritti al Movimento 5 Stelle, come una dei candidati nella circoscrizione Italia Centrale per le elezioni europee, per poi essere eletta Deputata del Parlamento europeo con 39.628 voti di preferenza.
Sono attualmente capo delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo, membro titolare e coordinatrice della commissione Occupazione e Affari Sociali per il gruppo politico EFDD.
Durante la legislatura ho ricoperto gli incarichi di membro sostituto delle commissioni parlamentari per le Libertà Civili, Petizioni, Controllo dei Bilanci, Problemi Economici e Monetari, delle delegazioni parlamentari per le relazioni con Palestina e Canada, Assemblea Paritetica ACP–UE, oltre alle commissioni di cooperazione parlamentare UE-Armenia, UE-Azerbaijan e UE-Georgia e Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo.
Nell'arco del mandato sono stata relatrice sulla terza parte della proposta di direttiva che modifica la direttiva sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro. Con il mio lavoro ho voluto migliorare la protezione della salute dei lavoratori riducendone l'esposizione professionale a cinque agenti chimici cancerogeni (cadmio, berillio acido arsenico, formaldeide e MOCA). Con il mio approccio sono riuscita a garantire la massima tutela per i lavoratori, senza però gravare in maniera eccessiva in termini di costi sulle piccole e medie imprese e concedendo un periodo di transizione per il completamento degli interventi necessari.
Sono stata relatrice anche sulle politiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà, una battaglia da sempre fondamentale per il Movimento. Nel testo che ho elaborato ho chiesto adeguati regimi di reddito minimo da introdurre in tutti gli Stati Membri (quindi anche in Italia e in Grecia, oggi sprovvisti). Ho fortemente voluto ottenere una direttiva quadro che stabilisca criteri comuni di accesso, con finanziamenti pubblici adeguati a favore dei regimi di reddito minimo. Ho voluto affiancare alle

politiche di reddito minimo anche politiche attive di inclusione nel mercato del lavoro e nella società.
Sono stata relatrice ombra sulla proposta di regolamento sul Fondo Sociale Europeo Plus e sul Fondo Europeo di Adeguamento alla Globalizzazione; sulla proposta di regolamento sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, sulla proposta di direttiva su condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell'UE, sull'equilibrio fra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza; sulla relazione sui percorsi di reinserimento dei lavoratori in impieghi di qualità dopo un infortunio o una malattia; sull'attuazione dell'iniziativa per l'occupazione giovanile negli Stati membri e sulla lotta contro le disuguaglianze come leva per stimolare crescita e occupazione.
Sono stata relatrice dei pareri sullo sfruttamento del potenziale della ricerca e dell'innovazione nell'economia blu per creare crescita e posti di lavoro e sulla proposta di regolamento sui dispositivi di protezione individuale.
In commissione Libertá Civili, Giustizia e Affari Interni sono stata relatrice ombra sulla proposta di direttiva sulla lotta contro il terrorismo. Nei miei emendamenti ho voluto riequilibrare la necessità di perseguire gli atteggiamenti criminali con quella, altrettanto importante, di permettere al cittadino di continuare a usufruire dei propri diritti fondamentali, specificando che un addestramento terroristico si può ritenere tale solo in presenza di uno scambio di istruzioni pratiche e concrete. Prendendo esempio dalla lunga esperienza maturata dall'Italia nella lotta contro il crimine organizzato, ho chiesto agli Stati Membri di istituire programmi di protezione per i pentiti. Ho voluto infine ribadire il preziosissimo contributo che l’Arma ha sempre offerto nel contesto di EUROPOL: l’opera di intelligence e la capacità di neutralizzare i nuovi modelli di reclutamento, sia su Internet che nei contesti urbani, viene da sempre considerata una nostra eccellenza in ambito internazionale.
Sono stata relatore ombra anche dei pareri sullo statuto per le imprese sociali e solidali; sulla modernizzazione dell'istruzione nell'Unione europea; sulle misure

legittime a tutela degli autori di segnalazioni di irregolarità che agiscono nell'interesse pubblico, quando divulgano informazioni riservate di imprese e organismi pubblici; su un'agenda europea per l'economia collaborativa; sull'attuazione del Fondo europeo per gli investimenti strategici; sulla necessità di una strategia dell'UE per porre fine al divario pensionistico di genere e sull'attuazione del regolamento UE che istituisce "Erasmus+".
Ho presentato infine oltre un centinaio di interrogazioni con richiesta di risposta scritta, principalmente legate a problemi di occupazione della mia regione Circoscrizione