Profilo Candidato

Rosa D'amato

49 anni, nata e residente a Taranto

Presentazione

Sono Portavoce al Parlamento Europeo dal 2014 e attivista sin dalla nascita del Movimento 5 Stelle, perchè sono convinta che sia l’unica strada che porta a un vero cambiamento. Fiera di essere nel Movimento, decisa a far brillare le nostre Cinque Stelle, sono pronta per questo a dare il massimo, già al centro del mio diario di vita, da cittadina, da meridionale, da tarantina, da madre e da persona innamorata della bellezza del nostro territorio. Le mie competenze nascono da anni di attivismo locale. La mia attività a difesa dell´ambiente e della salute, dello sviluppo economico e culturale del territorio, e per pretendere trasparenza, partecipazione è il racconto di accessi agli atti, di proposte di modifiche di regolamenti Comunali, di mozioni e interrogazioni a Comuni e Regioni, di esposti alla Procura della Repubblica (una delle quali, in materia di discariche, è giunta a processo), di ricorsi alla Corte Europea dei diritti umani, di convegni, di eventi culturali, di sit-in, di presìdi, di mille volantinaggi. Il bagaglio di competenze che ho maturato in questi anni al Parlamento Europeo mi ha reso padrona del funzionamento di un'istituzione politica internazionale e multilingue, delle procedure da adottare per incidere nel processo decisionale, di elaborazione di Direttive e Regolamenti e anche sul bilancio dell'UE e per vigilare sull'operato della Commissione e degli altri organi dell'UE . Passo dopo passo le mie competenze si sono quindi accresciute e sono diventate uno strumento utile per molte realtà locali.
Vivo la Politica come servizio e desidero dare tutta me stessa in Europa per portare avanti le battaglie e il cambiamento nell’unico spazio di lotta e di governo che ogni giorno offre spunti e idee per costruire, cambiare, riconvertire il vecchio in nuovo, il passato in futuro.
L’Europa ci aveva convinti che l’austerità fosse la panacea di tutti i mali della gestione della cosa pubblica. Mi sono battuta, tra gli altri del gruppo M5S a Bruxelles, per ribaltare questa logica che ci ha strozzati, limitando il campo d’azione e facendo di noi tutti dei sudditi del sistema finanziario anziché cittadini europei. nei giorni scorsi abbiamo messo a segno un colpo importante, salvando i Fondi Europei dalla tenaglia del patto di stabilità. L’austerità è un palliativo con il quale chi ha fatto ammalare l’Europa ha tentato di nascondere la vera diagnosi. Per questo bisogna continuare la battagliata avviata qui in Europa e che mi sento di poter combattere con ancora più competenza e forza, contribuendo a un concreto cambiamento anche nel cuore del nostro continente.

Ho una percentuale di presenza del 92% in plenaria, dove sono intervenuta più di 170 volte. Ho contribuito ai pareri e agli atti legislativi con ben oltre 3700 emendamenti, quasi quattro volte la media relativa a tutti i parlamentari europei. Ho predisposto circa 400 atti tra interrogazioni e lettere alla Commissione Europea o ad altre istituzioni nazionali, regionali o locali.
Ho ingaggiato battaglie serrate contro le violazioni delle direttive europee, per la tutela della libera concorrenza, contro la logica degli aiuti di Stato in favore dei potenti dell’industria e contro lo strapotere delle multinazionali. Ho sempre cercato di ottenere dei risultati concreti in ogni mia attività: questo è chiaramente riscontrabile a livello locale, come ad esempio con le denuncie dello stupro delle gravine tarantine ridotte a discarica, dei potenziali danni di alcuni Cementifici del SUD. Ma il lavoro da fare è tanto e sono a disposizione per continuare il lavoro intrapreso.

Curriculum Vitae

Rosa D'Amato, classe 1969, amante dell'attività fisica e dello sport, certa della loro fondamentale valenza educativa in età evolutiva e di quella di prevenzione della salute ad ogni età, dopo il Diploma di maturità Scientifica c/o il Liceo G.Battaglini, decido nonostante le difficoltà, di studiare a Firenze e conseguire il Diploma di Laurea in Scienze Motorie. Atleta agonista (fino a serie C1) tesserata della Federazione Pallavolo Italiana fino al 2005. Allenatrice, ma credo sia più giusto dire educatrice settori giovanili di varie Società sportive di Taranto e Firenze dal 1989. Collaboratrice c/o Scuole elementari in progetti motori, collaboratrice in Istituti di formazione e c/o varie Associazioni Sportive. Insegnante di Ed. fisica nella scuola secondaria. Conscia dell’importanza della gestione manageriale di ogni attività, conseguo una specializzazione in Assistant Marketing Manager. Non contenta intraprendo studi di Osteopatia, per poter meglio affrontare problematiche di salute che spesso si manifestano dapprima nell'apparato locomotore ma che hanno cause primarie varie nell’organismo.
Sono Portavoce al Parlamento Europeo dal 2014, capodelegazione del M5S nel 2017, capogruppo nelle Commissioni Sviluppo Regionale e Trasporti. Membro delle Commissioni Pesca, Industria, Lavoro, Agri.

Curriculum Attivista

Eredito da due genitori "fattisi da soli" l'amore per la mia terra, il SUD ed un senso civico che spero di tramandare, nella giusta misura, a mia figlia.
Iscritta ai meet Up locali dal 2007, membro di "Taranto libera" prima e di "Taranto L.I.D.E.R.", gruppi di cittadini impegnati nella lotta all'inquinamento e nella sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza sul disastro sanitario ed ambientale, affinchè si attui una diversificazione economica e la riconversione che determini un ambiente salubre nel quale vivere, partendo dalle persone, dalle loro prospettive di salute e di lavoro e dalle vere vocazioni del territorio.
Con il Comitato Taranto LIDER, vista la necessità di prevedere una reale e concreta tutela per le donne affette da endometriosi presentiamo con il sostegno dell ‘Ordine dei Medici e dell’ ISDE ufficiale richiesta al Presidente della Regione Puglia, all’ assessore alla Sanità, alla Giunta ed al Consiglio Regionaledi adozione di una legge regionale; a Gennaio 2014 è stata depositata una PdL e l’iter legislativo è stato attivato.
In quegli anni le attività hanno prodotto richieste di atti, esposti alla Procura della Repubblica, partecipazioni a consigli comunali, regionali, comunicati e conferenze stampa, convegni, eventi culturali, sit-in, presidi, volantinaggi, per denunciare, proporre e pretendere trasparenza, partecipazione ed un futuro ecosostenibile per l’intera terra jonica.

Esperienze Politiche

La mia esperienza politica è maturata quale Portavoce al Parlamento Europeo, capogruppo nelle commissioni Sviluppo Regionale e Trasporti, membro nelle commissioni Pesca, Lavoro, Industria-ricerca-energia e ’Agricoltura. In queste commissioni, ho sollevato le istanze provenienti dai territori, dalle famiglie, dai lavoratori, pescatori, autotrasportatori, dalle micro, piccole e medie imprese, dai giovani portatori di idee produttive innovative. Ho potuto fattivamente incidere su vari temi e in varie Commissioni Parlamentari: 1) Commissione Sviluppo regionale : grazie a miei emedamenti abbiamo bloccato la tenaglia della macrocondizionalità, cancellando vincolo asfissiante fra austerity e fondi UE, impedendo alla CE di sottrarre fondi alle regioni se lo Stato Membro non in regola coi diktat su Bilancio imposti da Bruxelles); alzato i cofinanziamenti UE in favore delle regioni meno sviluppate -SUD, obbligo uso del 30% x lotta ai cambiamenti climatici. Obbligo degli Stati Membri al rispetto dei diritti umani pena sottrazione dei fondi. Semplificazione per un migliore accesso ai finanziamenti per le micro, piccole e medie imprese, evitando speculazioni finanziarie a danno degli imprenditori; Inserimento per progetti fino a 5mln dell’IVA fra i costi eleggibili. 2) Commissione Lavoro: approvati emendamenti per condizioni di lavoro più tutelate e sicure, senza discriminazioni di alcun genere e con garanzia anche per i lavoratori più precari; lotta allo sperpero di denaro e di potenzialità con la cattiva gestione di Garanzia Giovani; emendamenti per una maggiore efficacia del Fondo Sociale Europeo e suo uso per supportare il Reddito di Cittadinanza e i Centri per l’Impiego; 3)Commissione Industria e Ricerca: in collaborazione col Sottosegretario Fioramonti, Enti di Ricerca e Università, redazione di emendamenti su testo legislativo per la prossima programmazione di Horizon Europe, con particolare attenzione alla ricerca, sia essa dirompente o incrementale, all’innovazione e all’apporto che queste possono dare alla prosperità e al benessere dei cittadini; reintroduzione dello Strumento dedicato alle PMI; lavoro per garantire accesso alla rete e digitalizzazione anche nelle aree rurali e più remote; 4) Commissione Agricoltura : protezione del Made in Italy, difesa della vocazione del territorio, delle micro e piccole imprese e dei posti di lavoro; emendamenti migliorativi a fondi europei specifici, come il FEASR e il FESR; 5) Commissione Trasporti : interventi nel Pacchetto sulla Mobilità, attenzione ai diritti degli autotrasportatori, difesa delle aziende italiane nei confronti della concorrenza sleale; importanza delle infrastrutture di collegamento locale e degli scambi intermodali, per un trasporto più razionale e meno impattante; interventi sul Single European Sky; 6)Commissione PESCA: Difesa delle peculiarità della pesca del Mediterraneo;difesadella specificità dei nostri fondali e delle nostre tecniche di pesca attravero l’approvazione di emandamenti nei regolamenti Controlli, West MED, Misure Tecniche, FEAMP, volti alla tutela della pesca artigianale, lotta alla pesca illegale con sanzioni però commisurate e proporzionate, ma certe, parità di trattamento tra pesca professionale e pesca ricreativa, riduzione dei tempi di attesa per i pagamenti ai pescatori, introdurre come avviene per il settore agricolo sostegno reale del FEAMP alla pesca, salute e sicurezza dei lavoratori imbarcati, agli strumenti di gestione dei rischi, quali incentivi alle polizze assicurative o fondi mutualistici.
SUL TERRITORIO : Ho sempre pensato che il mio dovere fosse, e continuerà ad essere divulgare, sensibilizzare, sintonizzare le antenne dei territori verso finanziamenti, fondi e misure comunitarie troppo spesso sottoutilizzati, o peggio utilizzati male o per niente. Più volte ho segnalato violazioni delle direttive europee sull’utilizzo improprio dei fondi. Ecco perché ho realizzato i seguenti progetti: 1. RETE di SPORTELLI EUROPA che forniscono la prima informazione e sostegno ai cittadini, liberi professionisti, PMI, Comuni per l’accesso ai fondi europei, attraverso sportelli gratuiti diffusi in tutto il Sud; 2.CORSI IN EUROPROGETTAZIONE, formazione all’europrogettazione per la creazione di figure professionali. 3. RETE DI FIATO SUL COLLO: formazione a consiglieri comunali e regionali sulla programmazione dei fondi Eu e azione di contrasto alle frodi e cattivo uso. 4. Ho contribuito alla nascita di associazioni di europrogettazione a disposizione dei territori (in Campania e Puglia). Ed è proprio in questo settore che ho acquisito le maggiori esperienze che ritengo fondamentali da condividere con chi nel Mezzogiorno d’Italia ogni giorno si rimbocca le maniche o chi intenderà farlo nei prossimi anni. 5.OSSERVATORIO TRI.0 :ho creato una rete di Ass.Cat, imprenditori, consulenti finanziari con focus sulle Riconversioni economiche basato sui principi della Terza Rivoluzione Industriale